LE MAMME CHE VEDONO OLTRE

Le mamme che vedono oltre, sono le mamme che non si godono il presente, non sono amanti della teoria del qui e ora, ma si crogiolano con i pensieri nel futuro, nemmeno tanto prossimo, immaginando la loro vita, ma sopratutto quella del proprio figlio tra tanti anni.

Io sono una mamma che vede oltre.

Devo dirvi la verità, ho un problema con i ragazzi di sesso maschile  intorno ai 20 anni. No, non sono una MILF, ma ogni volta che li vedo penso sempre che mio figlio un giorno potrebbe diventare così, ed ogni volta ho dei brividi che mi corrono lungo la schiena al solo pensiero.

Sembrano dei piccoli narcisi saltellanti con in bocca sempre sigarette e parolacce. Ma quello che mi preoccupa di più sono i discorsi che fanno. Ho sentito lamentarsi di prendere 500 euro al mese per fare l’apprendista e dire che con questi soldi un ragazzo di 20 non riesce a campare. Ma fai davvero? Cioè, non devi pagare affitto, spesa, bollette, cazzi e mazzi, e tu ti lamenti che non riesci a campare? E giù con la frase ” Ma tanto siamo in Italia!”.

Ma pensi che negli altri paesi ti trattino meglio se non sai fare un cavolo?

Bho! E poi penso ai genitori di questi ragazzi e capire cosa gli hanno trasmesso in tutti questi anni, cosa hanno fatto per farli ragionare così, e se anche mio figlio a 20 anni avesse così poco rispetto per il valore dei soldi.

Purtroppo sono una mamma che vede oltre, e le pippe mentali sono all’ordine del giorno. Forse invece di pensare al suo futuro dovrei concentrarmi più sul presente, e in questo lasso di tempo viverlo ed amarlo senza ansie e pregiudizi.

le mamme vedono oltre

Melissa

I migliori 5 buoni motivi per avere un secondo figlio

Sentirò questa frase almeno una volta al giorno! ” Ciao come stai? Mamma mia è cresciuto Marco! Adesso è ora di fare il secondo!” Ecco, ci risiamo! Ecco che spunta tra le labbra di chiunque la solita frase. Quando fare il secondo, come se per secondo si intenda un piatto di pollo con patate, “ Scusi, quando mi fai il secondo?

Se anche tu hai un solo figlio, credo possa capirmi! E capisci anche che la risposta è sempre complicata da dare. Nel senso si lo vorremmo, ma anche no! E’ una sorta di desiderio verso una nuova vita, ma anche timore e non voglia di tornare indietro a poppate, ninne nanne e vomitini. Siamo nel limbo ad un passo da una scelta. Per questo per non complicare ulteriormente le cose ho deciso di prendere carta e penna e buttare giù tutti i pro nell’avere un secondo bambino ( i contro non li ho scritti perché altrimenti la scelta era ovvissima ).

Quindi se anche tu sei indecisa sul da farsi, posso venirti incontro ed elencarti secondo me, i migliori 5 motivi per avere un secondo figlio. Continua a leggere

Preparativi per il terzo compleanno

Venerdi 17 alle ore 17.00 avrà luogo l’evento dell’anno!! Il terzo compleanno di Marco. L’attesissimo terzo compleanno. L’anno scorso faceva fatica a capire cosa fossero i regali e nel giro di un anno ha ben capito l’antifona. Compleanno = amici = regali = cibo spazzatura.

Gli altri anni visto che era ancora piccolino non ho dato molto peso alla sua festa. Parenti, cugini qualche pizzetta, la torta e la festa era finita. Quest’anno, visto che invitiamo anche amichetti, volevo fare una vera festa di compleanno con tanto di invito, decorazioni a tema e regalino post festa per gli invitati.

La cosa però mi è sfuggita di mano e in questi giorni ho bazzicato e-commerce alla ricerca della decorazione perfetta e dell’invito superfigo. Del tipo set di 8 piatti di carta alla modesta cifra di 10 euro, oppure palloncini glitterati e fosforescenti a 15 euro. “Melissa calmati” mi son detta non prima di aver visto una stupenda coroncina con il numero 3 cucito al centro. Oppure quando ho visto quelle delicatissime tovaglie usa e getta che non usiamo nemmeno al pranzo di Natale. Mi era venuta la smania di fare un compleanno alla Pinterest!

Quando i miei ormoni si son calmati e la mia voglia di compleanno stiloso m’è passata ( fortunatamente ) ho iniziato a pensare. Esatto, pensare, quella cosa che, vedendo i prezzi “ABnormal”, m’avrebbe dovuto fermare molto tempo prima! Ho riflettuto e ovviamente ho abbandonato l’idea. Meglio un compleanno modesto ma ben fatto!

Ma si sa, sognare è bello e anch’io per il mio ometto immaginavo un compleanno deluxe, tutto perfetto e pastelloso, ma alla fine dopotutto non me ne frega niente.

Non me ne frega se le decorazioni non sono all’altezza, se i palloncini sono ancora quelli di Halloween o se gli inviti li mando via Whatsapp, l’importante è che lui si diverta, che rimanga contento e che possa essere uno dei giorni più felici della sua vita!!

birthday Continua a leggere

Idee per Pasqua: come decorare le uova

Piacciono a tutte ( o quasi ) fare i lavoretti sotto le festività! Creare qualcosa con le proprie mani è sempre piacevole e stimolante, sopratutto se fatto coi propri figli. Io per esempio, con Marco, adoro dipingere su cartoncini, ritagliarli e incollarli creando mosaici colorati.

Se anche tu sei un’appassionata di decorazione e hand made, non puoi che leggere questo post. Pasqua si sta avvicinando e non c’è niente di più divertente che decorare le uova ( sode mi raccomando ) per la benedizione! Dipingerle, colorarle, tramutare un semplice uovo in qualcosa di creativo è divertentissimo!

Così, ho fatto una piccola ricerca ed ho trovato delle cosucce davvero carine per decorare le uova. 

Che ne pensate?!

Per altre idee e curiosità in tema pasquale visitate la mia board!

easter2015Da sinistra in senso orario:

12 345

Melissa

 

Non riesco ad organizzarmi

Ok ho un problema. Non un problema serio, sia chiaro, ma un problema futile di poco peso che mi sta tormentando…

Non ho tempo di fare nulla. 

Problema che molte mamme già conosco e che, come me non trovano una soluzione. So che ce la potrei fare ma ho bisogno che qualcuno mi aiuti, mi dia un piano e sopratutto trovare il modo di seguirlo sto piano. Da quando sono mamma ho fatto si e no 150 progetti su come organizzare casa, lavoro, famiglia e blog e con tutti ho durato massimo 3 giorni. Non riesco. Gli imprevisti ci sono sempre e una volta risolti non riesco a riprendere dove avevo lasciato. Boh non so! Forse sono io che sono pigra, forse è per il fatto che sono molto insicura e quindi parto già con l’idea che non riuscirò a seguire nulla.

Per esempio. Ho messo Marco a dormire, lavato i piatti, dato l’aspirapolvere ed ho pensato ” Adesso faccio un pò di ricerche per il blog”, inizio a scrivere e mi ricordo che devo fare ancora la doccia. Chiudo tutto, vado a lavarmi e mi rimetto al pc, ma Marco si sveglia. Gli avevamo promesso la sala giochi e un giro in bici al mare, quindi farà merenda e via fuori casa. Al ritorno preparerò da mangiare, giocherò con il piccolo, lo metteremo nel letto e 5 giorni su 7 sia io che il mio compagno ci addormentiamo assieme a lui. E poi di solito il week end è sempre migliore dei giorni feriali.

Vorrei, anzi vorremmo, fare tante cose: seguire dei corsi, fare attività fisica, leggere un libro, scrivere per il blog almeno un giorno si e uno no, ma proprio non ce la faccio! Anche se mi appunto tutto e mi faccio una bella tabella con un planner, non riesco a seguirlo.

Anche tu sei sempre stretta coi tempi e ti piacerebbe riuscire a far coincidere tutti gli impegni e gli svaghi?

Lascia un commento, magari confrontandoci troveremo la strada da seguire! 😉

planner

Melissa

 

Parigi, i figli e la grande paura

Solitamente appena finite le vacanze natalizie, ne esco sempre con articoli che parlano già di estate, di caldo e di tutto il divertimento che ci aspetterà nei prossimi mesi. Quest’anno proprio non ce la faccio. Son due giorni che entro in internet in cerca d’ispirazione ma non faccio altro che leggere i fatti accaduti a Parigi. Continuo a leggerli come se dovessi cercare delle risposte, delle parole di conforto. E più li guardo più mi viene rabbia, disgusto, shock e molta paura. Tutto il resto mi sembrano solo idiozie. Lo so, la vita va avanti e tra qualche giorno sarà solo un brutto ricordo. Ma ora siamo nel presente, ed io come mamma e come essere umano mi sento di chiedere scusa ai nostri figli, per quello che succede e che succederà in futuro. Scusate bambini per tutta la merda e lo schifo che vi lasceremo. In questo momento abbiamo dentro tanta rabbia e paura e non sappiamo nemmeno noi come comportarci. Spero solo che un giorno la vera identità dell’uomo fatta di speranza, vita ed amore esca fuori.

Io lo spero.

peanuts

 

Melissa

 

Sulla neve con Anniel

Care mamma, oggi mi dedico anche a te, anzi a noi, che oltre ad essere mamme siamo sopratutto donne. Donne che hanno voglia di cambiare, stupire e sentirsi bene con se stesse. Perché il bene dei nostri figli, dipende da noi, dalla nostra serenità.

Natale si sta avvicinando e se volete regalarvi qualcosa di veramente particolare e d’impatto ti consiglio di dare uno sguardo ai magnifici scarponcini da neve di ANNIEL, brand calzaturiero dedicato sia a donne che bambine famoso sopratutto per la produzione di ballerine. Se te lo sei perso, ne avevo già parlato qui.

La collezione da neve è a dir poco stupenda, glitter, stelline e texture animalier dannò allo scarponcino un tocco originale e glam, peccato solo per la lunghezza. Se fossero stati un pochino più lunghi fino a metà polpaccio sarebbe stati più comodi. Non trovi?

anniel aw2014-1 anniel aw2014-2 anniel aw2014-3 anniel aw2014-4 anniel

Mentre qui puoi trovare la collezione bambina.

anniel bimba 1 anniel bimba 2 anniel bimba 3 anniel bimba 4 anniel bimba 5 anniel bimba

Io li adoro e tu cosa ne pensi?

Melissa