Giochi: monopattino a tre ruote

Primavera, per i piccoli, significa sopratutto giocare all’aria aperta, al parco o in cortile respirando libertà in tutti i sensi. Messi nel cassetto giochi in scatola e costruzioni, è arrivato il momento di tirare fuori palloni, bici, altalene e scivoli. Per i più piccoli un’accessorio davvero immancabile è il monopattino BABY MINI MICRO, un nuovissimo monopattino dotato di tre ruote che copre una fascia d’età compresa tra i 18 mesi e i 5 anni. Un unico prodotto che dura nel tempo.

11067_babymicro_3in1

Ma come funziona? 

Da 18 mesi si può utilizzare con il manubrio a O studiato per i più piccoli: altezza ridotta e comoda impugnatura. Allo stelo si aggancia il comodo seggiolino che consente di utilizzare il monopattino come uno spingi e vai. Il bambino può così spostarsi, in casa o all’esterno, spingendo sui piedini. Quando il bambino cresce, il seggiolino si può rimuovere per utilizzare il Mini Micro come un classico monopattino, prima con il manubrio basso a O e poi con il classico manubrio a T. Le 2 ruote anteriori garantiscono stabilità.
Il Mini Micro ha un meccanismo unico e brevettato di sterzo attraverso l’inclinazione. La pedana in morbida plastica è rinforzata con fibra di vetro. Il freno in acciaio armonico non si surriscalda durante la frenata. Le ruote sono in resistente poliuretano. Lo stelo è removibile da un adulto e il monopattino leggero da trasportare.

Lo potete trovare in vendita nell’attrezzato shop on line KIDDY KABANE

 

11067_babymicroblu unnamedUn regalo davvero geniale e duraturo non trovate?

Melissa

 

Annunci

#TuesdayInterview: Yisha’s cake

Dolce, creativa e con un talento assolutamente da invidiare. Lei è Isabella di YISHA’S CAKE, cake designer autodidatta che realizza non solo stupende e buone torte, ma anche deliziosi dolcetti.

Conosciamola meglio!

1 – Come è nata la tua passione per il cake design?

Ho sempre fatto dolci classici in casa e mi è sempre piaciuto pasticciare in cucina, però la mia passione per il cake design è nata circa due anni fa. In tv si vedevano queste splendide torte così ho cominciato a informarmi e non immaginavo di certo che con lo zucchero si potessero realizzare così tante cose! Sono partita dalle basi, ho fatto la pasta di zucchero in casa e ho decorato qualche cupcake, poi ho fatto un corso introduttivo nella mia zona e mi sono appassionata sempre più. Ogni giorno dedicavo un po’ di tempo al cake design e sperimentavo nuove tecniche, ho passato giornate a fare orsetti e pupazzetti vari con la pasta di zucchero. Grazie ai compleanni di famiglia ho iniziato a fare torte e dal quel momento non ho più smesso. Ogni torta è per me una sfida per cercare di soddisfare sia il gusto del palato sia il gusto estetico del festeggiato, inoltre ogni volta creo qualcosa di diverso e questo mi permette sempre di imparare nuove tecniche.

2 – Quanto tempo ci vuole per realizzare una torta?

La realizzazione di una torta si può dividere in più tempi, sicuramente la prima cosa da fare è preparare la pasta di zucchero e dedicarsi alle decorazioni in quanto sono la parte più difficile, per preparare degli oggetti 3d da posizionare sulla torta infatti ci vogliono diverse ore. Questi poi devono seccare in modo tale che siano più resistenti. In un secondo tempo si procede con il pan di spagna e all’ultimo si assembla il tutto. È difficile dire con precisione quanto tempo ci vuole per una torta perché dipende molto da che tipo di decorazioni si devono fare.

945496_181761265315744_1051316961_n 1048679_203955503096320_611481688_o 1904195_286209064870963_2068090188_n

3 – Hai dei consigli o trucchi da poterci svelare?

Un consiglio che vi posso dare quando si decora con la pasta di zucchero è avere sempre il piano di lavoro in ordine e procedere sempre con molta calma e pazienza. Quando la si vuole stendere è importante mettere dello zucchero a velo sulla spianatoia altrimenti vi si attaccherà, se invece dovete lavorarla per creare un oggetto in 3D vi consiglio di partire sempre da una palla di pasta di zucchero che passerete tra le mani più e più volte in modo da togliere tutte le pieghe, per fare questo potete anche aiutarvi ungendovi le mani con un po’ di margarina.

1397895_243707912454412_1295888863_o 10261997_295726770585859_1296562026965571866_n

4 – Ti ispiri a qualcuno o qualcosa in particolare quando realizzi le tue torte?

Sicuramente una delle persone che più mi ha ispirato e mi ha fatto avvicinare al cake design è Buddy Valastro, the cake boss. Lasciamo da parte l’interno delle sue torte che è tipicamente americano e soffermiamoci invece su quello che riesce a creare dal punto di vista estetico, a mio parere è un vero e proprio artista. Ci sono poi tantissimi cake designers che ammiro per la loro bravura: Renato Ardovino, Lalla, Fiorella Balzamo, Paola Azzolina sono per me fonte continua di ispirazione. Quando realizzo una torta penso sempre alla persona per cui la faccio, quali sono le sue passioni, i suoi hobby, le cose principali che secondo me la rappresentano e da li decido come procedere. Ovviamente anche il dentro è importante perché una torta oltre che bella deve essere anche buona quindi cerco sempre di rispettare i gusti della persona.

5 – Sei bravissima con le torte ma anche con la cucina in generale. Qual’è il tuo cavallo di battaglia?

In cucina me la cavo e mi piace sperimentare, adoro fare pizza e pane ma il mio vero cavallo di battaglia restano sempre i dolci, di qualunque tipo!! Se sono invitata a pranzo o a cena il mio compito è portare il dessert e sfrutto ogni tipo di festività per provare a farne di nuovi!

1379553_287129321445604_1406970075_n 1488063_296602463831623_3269204483802631586_nPuoi seguirla QUI sulla sua pagina Facebook.

 

Melissa

 

Zoobug children’s sunglasses

Sappiamo quanto la salute, il comfort e il benessere siano caratteristiche fondamentali da tenere sempre presente durante la progettazione e lo sviluppo di prodotti rivolti ai bambini.

Una mamma chirurgo ottico ha pensato di apportare queste caratteristiche anche su un accessorio tanto amato dai bambini: gli occhiali da sole. Siamo abituati, perlomeno qui in Italia, a modelli per adulti ridimensionati e riadattati ai bambini. ZOOBUG è il primo brand di occhiali appositamente studiato per i bambini.  Le Lenti polarizzate danno una protezione al 100% dai raggi UV, una montatura ergonomica e un design innovativo, creano un’occhiale assolutamente sicuro e di qualità che piacerà sicuramente anche ai vostri bimbi. Il brand è adatto ai bambini fino ai 12 anni, tenendo presente delle esigenze e della fisionomia dei più piccoli.

La missione di ZOOBUG è quella di creare i migliori occhiali da sole e da vista, e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla salute degli occhi. Un progetto ambizioso quanto reale, infatti è uno dei marchi leader nella produzione di occhiali da sole per bambini nel mondo.

zoobug sunglassesOKmust havezoobugzoobug1zoobug2Melissa

 

Filobio: nuova collezione pe14

Con l’inizio della bella stagione anche i più piccoli vogliono avere il loro spazio dedicato alle novità!

FILOBIO, brand italiano che produce articoli per i bambini da 0 ai 24 mesi, ci propone per la stagione estiva nuove stampe ( divertentissima l’oca con cuffie e Ipod ) e nuovi pezzi sempre 100% biologici, garantendo comodità e sicurezza. Il brand, famoso per la cura e l’amore con cui progetta e sviluppa i prodotti, traduce il rispetto per l’ambiente e per l’uomo stesso, attraverso capi d’abbigliamento interamente fatti con cotone biologico certificato, rispettando così la salute e il benessere già dai primi giorni di vita del bambino.

Un modo alternativo per coccolare il vostro bambino.

filobio nuova collezioneOK

#TuesdayInterview: Mostracci

Se state cercando pupazzi mostruosi, originali e hand made, ti consiglio di leggere questa stupenda intervista fatta ad una mamma geniale e creativa che con pezzi di stoffa e filo, riesce a creare simpatici e divertenti personaggi che fanno impazzire i bambini, ma anche le mamme. Lei è Elena, e loro sono i MOSTRACCI.

1- Quando è come è nata l’idea di creare i Mostracci

Ho iniziato per gioco partecipando al mercatino per la scuola materna del mio primo bambino. I miei mostracci erano ancora un po’ rozzi, dovevo affinare la tecnica e lasciarmi andare alla fantasia, proprio come fanno i bambini. Al mercatino hanno avuto successo e molte mamme hanno iniziato a chiedermi creazioni personalizzate per i loro figli. Così ci ho preso gusto e sono arrivata qui.

2- A cosa ti ispiri quando crei un Mostraccio?

Spesso utilizzo vecchi indumenti dei bambini, quindi mi lascio ispirare dai colori dei tessuti e dalle loro storie. E’ come se quegli indumenti portati dai miei figli mi parlassero. In ognuno di essi viveva già un mostraccio, io devo solo farlo uscire!

collagemostracci2 giochi-bambole-con-le-mani-in-tasca-sempre-8178991-dsc0215ovale-9ee4c5-0ce25_570x0 giochi-simpatico-pupazzo-a-forma-di-lupo-c-6495603-dsc5808-4131a-7b9ec_big

3- Qual’è il tuo preferito, o quello a cui sei più affezionata?

Sicuramente quello che poi è diventato il mio simbolo, quello a cui si è ispirata la mia amica Zelinda per farne il disegno che è diventato il mio logo. E’ fatto da un paio di calzini e non l’ho mai messo in vendita, lo tengo sulla testata del mio letto.

4- Devo farti i miei complimenti, sei davvero un genio con la macchina da cucire. Ma tu non realizzi solo pupazzi, giusto?

Giusto. Mi diverto a creare astucci, zainetti e tante altre cose. Mi piace creare con fantasia, cercando di imparare ogni volta qualcosa di nuovo. Ti ringrazio per i complimenti. Con la macchina da cucire sono autodidatta, come lo sono con ago e filo che utilizzo molto per cucire a mano tante parti delle mie creazioni.

5d749-_dsc2680 astucci-pochette-in-tessuto-con-zip-3592591--dsc5056-ed0cc_big

5- Dove possiamo trovare le tue creazioni?

Oltre a trovarle sul mio blog le potete trovare sul mio shop: http://www.alittlemarket.it/boutique/mostracci-427849.html
Poi si possono vedere sulla pagina FB dedicata ai mostracci
https://www.facebook.com/pages/Mo-stracci/203795906302973?fref=ts
e in alcuni negozi che vendono le mie creature.

Melissa

 

Talc: cerchietti

Ah se avessi avuto una femmina!!

Sicuramente oltre ad aver riempito l’armadio di gonne in tulle e vestitini, gli avrei comprato questi splendidi cerchietti di TALC, brand famoso per le sue felpe con le orecchie e per i capi comodi e versatili. Ma anche per i suoi originali e colorati accessori.

Lo so, avere un maschio spegne tutto l’entusiasmo ma chi l’ha detto che non possa indossarli anch’io? Beh, chiaramente in particolari occasioni. Non è proprio il caso andare in giro con corona in testa a comprare salamella e fagioli. No?

Tu quale preferisci?

TALCMelissa