#TuesdayInterview: ANG – Un Bebe’

Da oggi, e per ogni martedì, inizierà un ciclo di interviste a designer, illustratori, blogger e a tutte quelle persone che mi colpiscono per la loro bravura, personalità e creatività e che ruotano attorno al mondo del bambino.

La prima persona a far da “cavia”, per questo mio nuovo spazio è Agnese Fazolo, designer e creatrice del brand italiano ANG – UN BEBE’.

  • Quando e come è nato ANG UN – BEBE’?

L’idea nasce nove anni fa, con la nascita del figlio di una mia amica ero talmente emozionata!!!  Non riuscendo a trovare un regalo giusto, decisi di far cUcire da una sarta delle cose per lui (conservo ancora il prototipo). Da qui alcune amiche mi hanno chiesto di farne altri e piano piano ho iniziato. Ma io non sapevo nulla di modellistica, di organizzazione, di taglie e di bambini.

Da brava curiosa ho iniziato a guardarmi intorno, ho smontato alcuni capi per capire come erano fatti…. E così è iniziato ang un bebè.
Solo nel 2008 peró ho iniziato a fare collezioni organizzate per la distribuzione!!!
  • A cosa ti ispiri quando crei una collezione?
A nulla in particolare e un po a tutto! 
Si può trarre ispirazione da qualsiasi cosa, dal colore di un portone, dalla piega di un pezzo di carta in fondo alla borsa, dagli abbinamenti spontanei che fanno i bambini quando si vestono da soli, o più sempliceme dai colori della natura che spesso sono sorprendenti!
  • Qual’è l’elemento o il capo che contraddistingue il tuo marchio, e non manca mai nelle tue collezioni?

Direi le camicie, non mancano mai in nessuna collezione! Ci sono modelli che vengono fatti ogni stagione, il modello più venduto è quello ispirato ad una camicia di quando ero bambina. Io non le indosso mai, eppure è il capo che contraddistingue la collezione.

ANG - UN BEBE aw14-15.1 ANG - UN BEBE aw14-15.2 ANG - UN BEBE aw14-15

  • Cosa amavi indossare da bambina?
Amavo i vestiti e stare comoda.
Il mio abbigliamento era diviso tra le cose di mamma e quelle di papà. Quando ero con mio padre ero perfetta impeccabile, kilt, abiti a punto sock, colletti, ampie gonne scarpe di vernice e capelli perfettamente pettinati.
Quando ero con mia madre invece libero sfogo alla fantasia abiti colorati e comodi, pantaloni e gonna insieme, magliette a righe e grandi maglioni fatti ai ferri, mi ricordo che andavamo in un negozio vicino via giulia a Roma che si chiamava Palloncino Rosso (ora non esiste più) dove c’era una ragazza che confezionava abiti bellissimi e divertenti e anche dei pupazzi di maglia che a me sembravano meravigliosi.
  • Descrivi in tre parole ANG – UN BEBE’
Elegante
Comoda
Da bambini
Se volete seguire ANG potete trovarla sul blog ( qui ), sulla sua pagina Faceboook ( qui ) e su Instagram con il tag @agnesefazolo

5 pensieri su “#TuesdayInterview: ANG – Un Bebe’

  1. AngWorld ha detto:

    L’ha ribloggato su angworlde ha commentato:
    E’ molto difficile farmi parlare del mio lavoro, Melissa di @macomelovesto è stata bravissima! grazie e in bocca al lupo per la tua nuova rubrica #TuesdayInterview

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...